L’insalatino di cetriolo è un vero must dell’estate. Fresco, saporito e digeribile è un po’ come il prezzemolo, sta bene dappertutto. Quindi non esitare a prepararlo e aggiungerlo a sandwich, tartine, insalate, panzanelle: diventerà tipo il tuo migliore amico.
Se fai parte della categoria di persone che non digeriscono il cetriolo, prova a salarlo e tenerlo sotto pressione. Dal momento che molta dell’acqua viene rilasciata dovresti riuscire a mangiarlo senza nessun fastidio!

Insalatino di cetrioli

Consigli e curiosità sugli insalatini

Gli insalatini sono una strana razza perché non si inquadrano propriamente nella categoria dei fermentati classici, ma nemmeno in quella della verdura fresca. In inglese vengono chiamati pickles (tradotto classicamente con sottaceti), in giapponese tsukemono, tuttavia in italiano non facile trovargli un appellativo univoco. Noi amiamo descriverli come “giovani fermentati”, frutta e verdura pressata e salata, che sprigiona il proprio succo, rimanendo croccante. Solitamente l’insalatino viene lasciato sotto pressione tra le 24 e le 72 ore, non oltre.

Si tratta di una preparazione molto amata dalla macrobiotica, perché permette di yangizzare determinate verdure, grazie al sale, al fattore tempo e alla pressione esercitata. In aggiunta, viene innescato il processo di fermentazione che trasforma gli zuccheri in acido lattico, ottimo alleato di stomaco e intestino.

Se desideri produrre insalatini a casa potrebbe esserti utile un pressaverdure, qui trovi un articolo a lui dedicato:

Dosi

per 2

Tempo

10 min + 1/3 giorni (fermentazione)

INGREDIENTI

  • 2 cetrioli

  • 2 cucchiaini di sale alle erbe  acquista

NB: I link acquista , presenti nella lista degli ingredienti, sono suggerimenti d’acquisto verso prodotti che usiamo da tempo e reputiamo di qualità.

VIDEO RICETTA: Insalatino di cetrioli

ISCRIVI AL CANALE YOUTUBE

PROCEDIMENTO

  • Taglia le due estremità del cetriolo e strofinale sul taglio per 1 minuto. Normalmente il cetriolo secerne una schiumetta bianca (vedi video) da eliminare e che, secondo la tradizione casalinga, è causa della sua, eventuale, amarezza. Non abbiamo la certezza matematica che quanto detto sia vero, tuttavia noi operiamo con questo rituale ogni qualvolta utilizziamo dei cetrioli (nonna Angela docet).

  • Pela i cetrioli e tagliali sottili in diagonale. Posizionali nel pressaverdure e aggiungi il sale. Se non lo possiedi, l’alternativa può essere una ciotola capiente con piatto sopra (che eserciti pressione sulle verdure), sovrastata da un buon peso. Se il peso è sufficiente, nelle ore successive vedrai i cetrioli rilasciare acqua. Se così non fosse aumenta il peso.

  • Mescola vigorosamente con un cucchiaio, preferibilmente in legno, poi chiudi il pressaverdure.

  • Normalmente per ottenere un giovane insalatino di cetriolo bastano 24h, se vuoi tenerlo maggiormente sotto pressione ti consigliamo di spostarlo in frigo, vista la stagione calda.

  • Terminato il tempo prescelto svita il pressaverdure e preleva gli insalatini. Getta invece via il liquido.

  • Servi l’insalatino di cetriolo in purezza a fine pasto oppure utilizzalo per farcire panini, tartine o deliziose insalate di cereali.

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 voti)
Loading...