Questo budino delicato ma deciso può farti compagnia quando hai voglia di dolce. Il re matcha assieme al miso giovane e dolce, ma già vigile, danno vita a questo semplice e leggero dolce al cucchiaio.

Il nome è un omaggio a questo antico personaggio, sospeso tra mito e leggenda. Si narra che Bodhidarma si assopì durante una lunga meditazione e al risveglio era così infuriato che, per non cadere nuovamente tra le braccia di Morfeo durante la preziosa pratica, si strappò le palpebre. Da queste nacque il tè. Dedichiamo questa impalpabile nuvoletta verde a tutte le meditative voglie di dolcezza.

Budino Bodhidarma al matcha e miso bianco

Curiosità sul miso in pasticceria

Il miso bianco, giovane e dolciastro, è molto utilizzato nella pasticceria naturale e, negli ultimi anni, anche in quella tradizionale. Segue un po’ lo stesso principio del pizzico di sale, che rafforza il dolce e la sua percezione, al nostro palato. Prova ad aggiungere un cucchiaino di miso bianco al posto del sale (quando possibile). Scoprirai una complessità di gusto differente e viva! Noi propendiamo per ricette senza zuccheri raffinati e possiamo testimoniare l’assaggio di gelati e budini naturali, con caramello salato al miso bianco, veramente fotonici.

Se vuoi approfondire le diverse tipologie di miso e i conseguenti utilizzi in cucina questo articolo potrebbe fare al caso tuo:

Dosi

per 6 budini

Tempo

10 minuti

INGREDIENTI

  • 500 ml di latte d’avena
  • 2 cucchiai di sciroppo di riso acquista
  • 3 cucchiaini di miso bianco acquista
  • 1 cucchiaino di the matcha acquista
  • 1 cucchiaino di agar-agar in polvere
    (sostituibile con 40 gr di amido di mais) acquista

VIDEO RICETTA: Budino Bodhidarma al matcha e miso bianco

ISCRIVI AL CANALE YOUTUBE

PROCEDIMENTO

  • Versa il latte in un pentolino. In una ciotolina stempera il miso con un cucchiaio di latte e versalo assieme al resto.

  • Aggiungi il matcha e lo sciroppo di riso (se ami un gusto molto dolce, aggiungi 1 cucchiaio di dolcificante in più).

  • Con una frusta sbatti bene il composto, in modo che non ci siano grumi di nessun genere. Questo passaggio è molto importante e deve essere svolto vigorosamente pena la non uniformità del budino.

  • Aggiungi l’agar-agar in polvere e dai una rimestata lenta. Questo ultimo ingrediente non ama essere scosso. Se decidi di sostituirlo con l’amido di mais, ti consiglio di provare con 40gr e di aggiungerlo in fase di sbattimento.

  • Una volta sul fuoco il preparato deve raggiungere l’ebollizione a fuoco basso e dopo sobbollire per 5 minuti.

  • Versa il composto caldo negli stampi per budino (precedentemente umidificati) e attendi che si solidifichi. Dopo circa 4 ore i budini saranno solidi (il tempo dipende molto dalla temperatura e quindi dalla stagione).

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 voti)
Loading...